3 motivi per scegliere cosmetici naturali e biologici

3 motivi per scegliere cosmetici naturali e biologici

Di Ana Ledesma, Responsabile Comunicazione NATRUE

Bellezza è ancora il termine principale che compare nell’immaginario collettivo quando si pensa ai cosmetici, ma oggi un  numero crescente di consumatori ricerca prodotti che siano anche sostenibili, rispettosi dell’ambiente ed etici.

I cosmetici naturali e biologici condividono tali valori e s’impegnano a salvaguardare il benessere, ma anche a proteggere l’ambiente e le sue biodiversità. Ecco 3 motivi per scegliere naturale e bio.

BENESSERE NATURALE E BIOLOGICO PER IL CORPO

I cosmetici convenzionali contengono spesso un’alta percentuale di ingredienti a base di petrolio e possono includere sostanze come ftalati, ossibenzone o parabeni. Le sostanze petrolchimiche non rientrano nella sfera “naturale e biologica” perché la composizione di tali prodotti dovrebbe essere costituita prevalentemente da minerali, estratti vegetali naturali, biologici e derivati. È importante ricordare che le proprietà che caratterizzano queste miscele naturali sono un’ottima soluzione per la pelle, poiché aiutano a proteggerla, nutrirla e idratarla. Inoltre, gli ingredienti sostenibili, biologici e biodegradabili rassicurano i consumatori riguardo l’autenticità, l’origine e la qualità. Inoltre, i cosmetici naturali e biologici aiutano a creare uno stretto legame con la natura, risvegliando i sensi, grazie alle fragranze naturali e delicate. Molti oli essenziali che derivano da piante come la Lavanda, la Rosa o la Menta sono usati nell’aromaterapia poiché aiutano ad attivare, lenire e rilassare.
Molti cosmetici si identificano come naturali o biologici, ma non tutti forniscono reali garanzie. È sempre forte il fenomeno del greenwashing, ovvero la tendenza a indicare per naturali e bio prodotti che in realtà non lo sono. Controllare la lista INCI può aiutare, anche se tale indicazione non è sempre presente, essendo per legge un requisito non obbligatorio. Come può quindi un consumatore essere certo che il cosmetico naturale che desidera acquistare soddisferà pienamente le sue aspettative? In questo aiutano i marchi di garanzia come quello Natrue, che si distingue per trasparenza e rigidità ed è basato su un disciplinare rigoroso sia per quanto riguarda gli ingredienti che i processi di formulazione.

Leggi anche Via la plastica dal pack dei cosmetici bio e naturali

APPROCCIO SOSTENIBILE ED ECOLOGICO

Molti ingredienti a base di petrolio usati frequentemente nei cosmetici convenzionali richiedono un’estrazione intensiva. Tale estrazione mette in pericolo il suolo e costituisce una minaccia per gli habitat della fauna selvatica. A differenza delle sostanze petrolchimiche, quelle naturali e biologiche provengono dalla coltivazione di piante e fiori, i cui estratti sono utilizzati nella produzione cosmetica. L’uso di una vasta gamma di materie prime naturali e biologiche protegge la biodiversità degli habitat della fauna selvatica e della flora. Metodi come l’agricoltura biologica e l’agricoltura biodinamica permettono di ottenere ingredienti direttamente dagli orti, garantendo un approvvigionamento di materie prime sostenibile e contribuendo alla conservazione della biodiversità. Una delle caratteristiche principali che i cosmetici naturali e biologici devono rispettare è l’essere in armonia con la natura. È importante considerare ulteriori aspetti oltre alla composizione organolettica, per esempio, l’impatto che i materiali utilizzati nel packaging hanno sul pianeta. Oltre a limitare l’uso della plastica negli imballaggi favorendo materiali riciclati, molti marchi di biobeauty stanno facendo un ulteriore passo avanti sviluppando formati innovativi che contribuiscono a ridurre drasticamente l’uso di imballaggi in plastica. Oltre alle importanti considerazioni in merito all’impatto ambientale del packaging, molti clienti sono attenti anche alla fase post-consumo e alle possibili conseguenze negative che alcuni prodotti possono avere. Sfortunatamente, infatti, alcuni cosmetici convenzionali rappresentano una potenziale minaccia per la vita acquatica, perché includono microsfere che vengono rilasciate negli oceani e nei laghi.

Per continuare a leggere l’articolo Abbonati alla rivista

I Nostri Esperti – Leggi tutti gli articoli