Manolo Blahník, Milano celebra l’artista delle scarpe

1 febbraio 2017

Inaugurata lo scorso 26 gennaio, la mostra “Manolo Blahník The art of shows” sarà di scena a Milano presso le sale di Palazzo Morando sino al 9 aprile 2017. Una grande rassegna con oltre 200 modelli di scarpe firmate dall’artista spagnolo Manolo Blahnik, vere e proprie opere d’arte rese celebri dalle dive del cinema, come l’attrice Sofia Coppola che le ha indossate durante la realizzazione del film Marie Antoniette, e oggetto del desiderio delle protagoniste di Sex and The City.

E’ la prima volta che in Italia Manolo Blahník, icona di stile nel mondo, espone le sue opere: 212 creazioni realizzate dagli esordi fino a oggi, insieme a 80 bozzetti; un’attenta selezione fatta dalla curatrice e dallo stesso artista, dalla sua personale collezione privata che racchiude 30mila modelli realizzati in oltre 45 anni di attività creativa. Fin dai primi modelli realizzati negli anni 70, ancora oggi le creazioni realizzate dall’artista spagnolo si confermano dei pezzi cult, vere e proprie opere ispirate alla fantasia, alla natura, all’architettura, all’arte e al cinema, sempre sensuali, esuberanti e adorate dalle donne.

La mostra è un’occasione irripetibile per ammirare le migliori creazioni calzaturiere, vere e proprie opere d’arte che proprio in Italia, nell’hinterland milanese, prendono forma in aziende che ancora portano avanti una vocazione artigianale. Ma non solo: l’esposizione  intende raccontare ed evocare la profonda influenza che l’arte e la cultura italiana hanno avuto e hanno
ancora oggi sullo stilista . Dalla scultura greco – romana al barocco, dal capolavoro di Luchino Visconti – Il Gattopardo – ai coralli di Sicilia, tutto questo e molto altro ancora si ritrovano nelle scarpe visionarie di Manolo Blahník. Milano è stata scelta dallo stilista per il suo forte legame con l’Italia , patri a dell’arte e dell’artigianato riconosciuti in tutto il mondo, e Palazzo Morando | Costume Moda Immagine , proprio in virtù della sua stessa vocazione, è la cornice prestigiosa e ideale per ospitare questa mostra .

La mostra è divisa in sei sezioni che esaminano i temi costanti e ricorrenti della carriera di Manolo Blahník.

La prima sezione , la più vasta, è intitolata Core in cui sono esposte le calzature dedicate a personaggi storici e contemporanei che hanno ispirato o avuto un ruolo importante nella vita di Blahník: da Alessandro Magno a Brigitte Bardot, sino a Anna Piaggi, leggendaria direttrice di Vogue Italia.

La seconda, Materiali , comprende una selezione di scarpe che illustrano l’attenzione per il dettaglio elaborato e la ricchezza di materiali e colori usati con maestria squisita.

La terza sezione esamina la sua passione per l’arte e l’architettura e il modo in cui queste ispirano le sue “costruzioni”.

La quarta sezione, Gala, espone una selezione delle scarpe più fantasiose dello stilista mettendo in evidenza la sua ironia e creatività: in questa sezione sono presenti le scarpe Marie Antoinette .

La quinta sezione è dedicata alla natura, al suo profondo amore per il mondo botanico, evidente fin dalla prima collezione .

Nella sesta sezione sono esaminate le varie influenze geografiche e ambientali : qui sono i modelli ispirati a Spagna, Italia, Africa, Russia, Inghilterra e Giappone.

Dopo Milano, la rassegna dedicata a Manolo Blahnik arriverà a San Pietroburgo, Praga, Madrid e in Canada.

 

MabellaEdizioni