L’approccio degli adolescenti all’estetica

16 giugno 2017

Spesso ci si chiede a quale età una persona comincia ad entrare in un centro estetico: verrebbe da dire che non c’è età, gli inestetismi possono apparire agli adulti come ai bambini, anche se certamente l’invecchiamento della pelle porta con sé una maggiore necessità di trattamenti. Ma l’età dell’adolescenza, caratterizzata dallo sviluppo fisico e ormonale e dalla conseguente trasformazione della pelle, è un periodo particolare che richiede l’intervento di professionisti come noi per curare l’aspetto estetico delle persone

Nei centri estetici gli adolescenti rappresentano una clientela importante, per almeno tre motivi:

  1. Lo sviluppo fisico tipico di questa età richiede interventi di consulenza e trattamenti specifici in risposta all’evoluzione fisica delle persone;
  2. Particolarmente durante l’adolescenza i ragazzi si avvicinano ai prodotti cosmetici, ma necessitano di conoscere bene il loro utilizzo e funzione;
  3. Nel loro desiderio di apparire adulti, desiderano trattamenti di bellezza (pensiamo ad esempio al trucco) che esclusivamente l’estetista potrà dare.

Per tali ragioni, saper indirizzare i propri servizi verso il target degli adolescenti diventa doppiamente vantaggioso: sia perché si risponde ai bisogni emergenti di un pubblico che per la prima volta si affaccia ai trattamenti estetici chiedendo di poter migliorare il proprio aspetto, sia perché questo permette di acquisire nuovi clienti e di fidelizzarli al proprio istituto di bellezza. Come dico spesso ai miei clienti, applicare un trattamento estetico è equivalente a realizzare un vestito su misura: non esistono risposte standardizzate a bisogni specifici e questo vale particolarmente per le pelli giovani.

Il trattamento poi va accompagnato a prodotti cosmetici adeguati e di qualità, che non aggrediscano la cute ma vanno a preservarla. Ed è particolarmente a partire da questa età che bisogna prendersi cura della propria pelle: l’idratazione, la pulizia e ad esempio la corretta abbronzatura sono prassi che vanno effettuate con attenzione, con il ricorso ai giusti prodotti e con le dovute precauzioni, per non vedere poi nel corso degli anni i segni del tempo. Ci vorrebbe pertanto una vera e propria “educazione estetica” rivolta ai più giovani, con le dovute indicazioni per mantenere la propria pelle in condizioni efficienti e salutari.

È sulla diversità di casi che l’estetista può fare la differenza: ancora una volta, prima ancora del trattamento viene la nostra capacità di far valere la preparazione, le competenze frutto di anni di studio e corsi di aggiornamento che seguiamo per mantenere alto il livello della nostra professione

Dando infine uno sguardo alle statistiche dell’età giovanile, è facile intuire come il ricorso a prodotti o trattamenti estetici prevalga nel genere femminile piuttosto che in quello maschile. Interessante è però rilevare dove particolarmente le ragazze ottengano informazioni relative all’utilizzo di cosmetici per la cura del proprio corpo: primeggiano i consigli delle amiche, dei genitori, i tutorial su youtube o su altri social.

Internet è diventato il “grande fratello” a cui ci si può rivolgere per chiedere aiuto o consulenze perfino per la cura della propria immagine: naturalmente il web svolge la propria funzione di divulgazione, ma non si potrà mai sostituire ad una consulenza mirata e professionale come quella dell’estetista. La risposta preconfezionata che troviamo in un blog o in un forum non può tenere conto dei diversi tipi di pelle e delle caratteristiche di ogni persona, per la quale possono variare le tecniche di detersione, tonificazione, esfoliazione ed idratazione. È sulla diversità di casi che l’estetista può fare la differenza: ancora una volta, prima ancora del trattamento viene la nostra capacità di far valere la preparazione, le competenze frutto di anni di studio e corsi di aggiornamento che seguiamo per mantenere alto il livello della nostra professione.

Valeria Sylvia Ferron
Valeria Sylvia Ferron inizia la propria formazione nell’estetica professionale come scuola dell’obbligo e opera come estetista da quando aveva 18 anni. Ha avviato e gestito diversi Istituti di estetica e benessere, un’attività che prosegue oggi, dopo 26 anni di lavoro come titolare. Parallelamente coltiva il suo interesse per il trucco teatrale e il body painting, conseguendo nel 2009, il brevetto di Truccatrice Teatrale e Cinematografica a Roma. Da 9 anni docente in un istituto di formazione professionale per estetiste a Vicenza. È da anni impegnata nella tutela e sviluppo della categoria estetica attraverso Confartigianato, rivestendo il ruolo di Presidente prima a livello provinciale, in seguito regionale e dal 2012 come Vice nazionale.
Confartigianato Vicenza Categoria Estetica ● T +39 0444 168323 ● www.confartigianatovicenza.it